Migliori app per trovare lavoro

16

Anche nella ricerca di un lavoro, oggi, internet e le app vengono in aiuto. Vediamo le migliori da usare.

Mo
Le migliori app per trovare lavoro

La ricerca del lavoro non può prescindere dall’iscrizione a siti e dalle migliori app per trovare lavoro

Ne esistono molte, con diverse caratteristiche che possono essere più o meno utili a seconda del settore di riferimento e persino della propria collocazione geografica. Alcune app sono specifiche per studenti, ad esempio, offrendo una vasta gamma di annunci a brevissimo termine o contratti di prestazione occasionale, altre raccolgono bandi pubblici, altre ancora le ricerche del settore privato.

Insomma, è un vasto mondo in cui occorre sapersi districare per cercare lavoro in maniera mirata ed efficace, e agguantare al volo l’occasione giusta.

Quali sono, dunque, le migliori app per trovare lavoro?

Abbiamo selezionato per questa lista le cinque con il traffico di utenti più elevato, che ti aiuteranno a venire in contatto col maggior numero possibile di aziende.

LinkedIn

La parte del leone nel mondo delle migliori app per trovare lavoro è detenuta ormai da anni da LinkedIn. A metà del 2019 ha raggiunto i 630 milioni di iscritti, configurandosi come la miglior vetrina per caricare il proprio curriculum e candidarsi alle offerte.

La maggior parte delle funzioni di LinkedIn sono disponibili gratuitamente; altre sono incluse in pacchetti a pagamento.

LinkedIn si propone come una piattaforma per la connessione di aziende e professionisti. Fonda il proprio successo su quattro punti distinti, che constano nella possibilità di:

  • creare un curriculum molto dettagliato;
  • condividere contenuti che riguardano la propria professione;
  • connettere direttamente aziende e professionisti;
  • accedere a tutti gli annunci di lavoro pubblicati sulla piattaforma.

Dopo aver compilato i campi del curriculum, eventualmente aggiungendo materiale di portfolio, inizia a creare la tua rete di contatti. Collegati con colleghi ed ex colleghi, segui le aziende del settore che ti interessa maggiormente, prestando particolare attenzione ai direttori delle risorse umane delle società per cui potresti proporti.

Arriva almeno a 500 contatti: sulla pagina del tuo profilo sarà mostrato questo numero massimo.

Inizia a condividere contenuti legati alla tua professione e ai tuoi successi: articoli, progetti testuali, video, foto. La condivisione dei post aumenterà la reattività della tua rete e il tuo social engagement.

Da ultimo, pianifica la ricerca tra gli annunci. Seleziona la città e le parole chiave per la ricerca (ad esempio, “direttore marketing”), così verrai aggiornato con una notifica quando saranno disponibili nuove proposte.

Con LinkedIn puoi inviare direttamente una copia del tuo profilo all’azienda, senza doverti iscrivere ad altre piattaforme.

Indeed

Tra le migliori app per trovare lavoro c’è, ovviamente, la famosissima Indeeed. Il sito è interamente gratuito, e si configura come un motore di ricerca che raccoglie tutti gli annunci pubblicati su siti aziendali, bacheche, piattaforme, quotidiani, social network. Insomma, risparmia la fatica (e la batteria dello smartphone!) di tenere mille schede del browser aperte ed elimina il rischio di perdere qualche annuncio potenzialmente interessante.

Iniziando a seguire un annuncio verrai reindirizzato al sito dal quale è stato pubblicato e potrai candidarti direttamente all’azienda, allegando il tuo curriculum, la tua lettera di presentazione ed eventuali lettere di referenze.

Puoi salvare una ricerca per area o per campo di interesse, venendo aggiornato quando saranno pubblicati nuovi annunci.

Glassdoor JobSearch

Glassdoor JobSearch è considerata una delle migliori app per trovare lavoro all’estero, in particolare nel continente americano.

La particolarità di quest’app è di fornire non solo spazi per gli annunci, ma informazioni sulla reputazione dell’azienda e sulle proposte di salario medie: più che utile per affinare le proprie ricerche e togliersi dall’imbarazzo di dover chiedere in sede di colloquio a quanto ammonta lo stipendio.

Gli utenti possono inoltre lasciare recensioni anonime sulle aziende per le quali hanno lavorato, aiutando altri iscritti ad orientare la propria ricerca. Non dimenticare di rimanere critico nei confronti delle recensioni che leggerai, ma per la legge dei grandi numeri probabilmente puoi fidarti delle opinioni più frequenti!

Un’ulteriore benefit dell’app è che puoi leggere le domande poste ai colloqui e prepararti al meglio per mostrare sicurezza e competenza.

InfoJobs

InfoJobs dà agli utenti la possibilità di creare gratuitamente il proprio curriculum e di allegarlo direttamente alla candidatura agli annunci.

Se l’annuncio è pubblicato su un sito esterno (per esempio il sito dell’azienda), verrai reindirizzato alla pagina delle candidature.

Anche in questo caso è possibile salvare la ricerca per zona geografica o per parole chiave, così da venire avvisati se viene pubblicato un nuovo annuncio che risponde a quei parametri.

Il team di InfoJobs, inoltre, svolge un lavoro eccellente per assicurare a chi cerca occupazione che le aziende siano reali e in regola con la partita IVA.

Segnaliamo inoltre che su InfoJobs sono presenti anche i recruiter per corsi di formazione professionale, un’ottima opportunità per accrescere le proprie competenze e specializzarsi nei settori più richiesti dal mercato.

CornerJobs

CornerJobs ti permette, in fase di registrazione, di utilizzare il tuo account Facebook, così da rendere più agile la procedura di impostazione del profilo; attenzione perché l’altro lato della medaglia è che un ipotetico responsabile dei colloqui possa lasciarsi condizionare dalla tua presenza social.

Ne parleremo meglio a breve, ci limitiamo ora a suggerire di riflettere bene prima di riunire lavoro e vita privata in un unico account.

Tornando a CornerJobs, un aspetto molto interessante riguarda la possibilità di chattare in privato con le aziende; in questo modo eventuali domande o richieste di informazioni possono essere esaudite via internet con un notevole risparmio di tempo ed energie.

Proprio la rapidità è la caratteristica che rende CornerJobs tra le app più amate e scaricate. Dopo esserti candidato all’offerta, questa ti apparirà come “in corso di valutazione”; entro 24 ore dalla domanda riceverai una risposta preselettiva, positiva o negativa che sia.

L’importanza del curriculum

Ovviamente, nella fase di ricerca del lavoro è fondamentale aver creato un buon curriculum.

Punta sulla chiarezza e sulla sintesi più che sulla quantità di esperienze accumulate, specie se non pertinenti con la posizione che desideri: chi fa la prima selezione dei candidati non può dedicare troppo tempo alla lettura, quindi due o massimo tre pagine sono più che sufficienti.

Accertati che nel curriculum non siano presenti errori che possono minare la tua credibilità e professionalità.

Allega sempre un portfolio, se rilevante per il lavoro che cerchi, eventuali progetti e articoli pubblicati in passato, una lettera di presentazione in cui esprimi il tuo interesse per l’azienda e per la posizione disponibile e lettere di referenze di precedenti impieghi.

Engagement e credibilità

La maggior parte dei siti e delle migliori app per trovare lavoro offrono la possibilità di collegare al proprio profilo gli account degli altri social network.

Questa possibilità può avere risvolti positivi e negativi.

Indubbiamente, aumenta il numero di contatti e connessioni significative che potrai creare con persone che conosci; di contro, dovrai essere molto cauto nella pubblicazione di contenuti, in modo da non far abbassare il tuo livello di credibilità online e di non compromettere la valutazione della tua professionalità.

Se non sei certo che i tuoi profili social siano compatibili con la posizione per la quale ti stai candidando, ricorda di impostare una privacy ristretta in modo tale che la tua vita privata non mini la reputazione online, connotato sempre più osservato dai recruiter, specialmente per le nuove professioni sul web.