Miglior conto corrente estero per il 2020

106

Tra le tante proposte di conti corrente, spesso ci sono banche straniere; ma conviene aprire un conto con una banca estera? Quale è la migliore scelta? Ecco un approfondimento per ottenere il miglior conto estero sul mercato nel 2020.

Aprire un conto corrente estero è ad oggi la migliore soluzione per coniugare esigenza di deposito, e quindi risparmio, alla possibilità di avere strumenti di semplice utilizzo bypassando la lunga burocrazia tipica del nostro Paese.

Gli istituti bancari italiani, nonostante una gran varierà di proposte, offre infatti una proposta più tradizionale rispetto ai colleghi d’oltralpe. Precisiamo inoltre che aprire un conto corrente all’estero è perfettamente legale, e che in tutti i casi le somme accantonate vanno dichiarate in sede di dichiarazione dei redditi.

Miglior conto corrente estero 2020

Scopriamo insieme quali sono i conti correnti esteri più convenienti del momento.

Conto corrente N26

Sicuramente hai già sentito parlare di N26, il conto corrente online che fa capo ad una banca tedesca (sede a Berlino) e che offre servizi finanziari a tutti i clienti dell’Eurozona; le uniche eccezioni riguardano i residenti a Malta, Cipro e Regno Unito. Giovanissima, fondata nel 2013, N26 sta riscuotendo un incredibile successo: è una soluzione smart per tenere sotto controllo i risparmi, gestirli e categorizzarli in maniera pressoché gratuita, senza costi di gestione né interessi sul saldo.

L’offerta include una carta Mastercard fisica e gratuita tramite cui prelevare senza commissioni. Il conto può essere controllato tramite app (scaricabile gratuitamente sia per dispositivi Android che Apple), e sempre dall’app è possibile effettuare ogni operazioni.

La proposta di N26 è flessibile in base alle proprie esigenze. Troviamo infatti un conto base a canone azzerato che include prelevamenti gratuiti in tutta Europa, bonifici istantanei e anch’essi gratuiti per tutta la zona euro e la Svizzera, e il servizio MoneyBeam che permette di inviare e ricevere denaro istantaneamente a/da amici e parenti tramite richiesta. Per chi viaggia molto potrebbe essere conveniente la proposta N26 Black, che al costo di 5.90 euro mensili completa i servizi della versione basic con una copertura assicurativa valida per l’estero (spese mediche, ad esempio, ma anche bagagli smarriti, acquisti danneggiati e furto di contati verranno subito rimborsati facendo la richiesta dall’app). E a proposito di viaggi, molto interessante e di certo senza concorrenti è la gratuità dei prelievi in valuta diversa dall’euro, per i quali non è prevista alcuna commissione; il tasso di cambio applicato è quello medio di mercato.

N26 si configura come come una soluzione dai vantaggi trasversali, adatta praticamente a tutti e a costo zero: una vita di mezzo tra conto corrente e carta prepagata, coi vantaggi di entrambi e senza i costi del primo né i limiti della seconda.

Vai al Sito Ufficiale del conto N26!

Conto corrente Viabuy

Con Viabuy non ci spostiamo di moltissimo: Viabuy è infatti un marchio registrato di Crosscard, autorizzata all’emissione di moneta elettronica dalla Commision de Surveillance du Secteur Financier in Lussemburgo. Anche in questo caso, conto online sì ma con il massimo della regolamentazione e sicurezza. Si tratta di un prodotto che ha fatto molto parlare di sé perché definita anonima; si badi, per aprire il conto è comunque necessario immettere i propri dati anagrafici, ma rispetto alle banche tradizionali la burocrazia è molto più snella perché non vengono richieste garanzie di reddito né di storico creditizio positivo. Un’ottima alternativa, insomma, per studenti, casalinghe, disoccupati, protestati e cattivi pagatori, spesso impossibilitati dalle banche tradizionali ad aprire un conto corrente.

Ma veniamo a qualche specifica: anche in questo caso si tratta di un conto corrente online attivabile gratuitamente con pochi click e altamente flessibile: i clienti sono infatti suddivisi in base ad un livello identificativo, che si traduce in diversi massimali e limiti. Vale comunque per tutti il massimo di 3 ricariche giornaliere e massimo 60 mensili.

Per il livello IDV1 la ricarica mensile non può essere superiore ai 250€, ma scende a 200 se ricarichi tramite carta di credito/debito. I limiti di versamento ammontano a 1.000€ annui per trasferimenti bancari/SEPA, mentre per quanto concerne i prelevamenti, questi non possono superare i 100€ (commissioni incluse). Salire di livello e sbloccare il conto su impostazioni di più ampio respiro è semplicissimo, basta confermare più dati personali. Ad esempio, confermando l’indizzo di casa si passa all’IDV2, che prevede massimale di prelievo fissato a 2.400€ al giorno e ricarica fino a 15.000€ annue. Infine, se intendi dichiarare la provenienza dei soldi che versi sulla carta, accedi all’IDV 3: a questo punto non ci sono limiti, ad eccezione del prelevamento allo sportello. Un conto adatto quindi a più tipi di operatività, perfetto per introdurre gli adolescenti all’uso del denaro per il livello 1 ma anche per chi effettua frequenti transazioni, come dimostra il livello 3.

Per quanto concerne i costi forse si tocca un punto dolente, perché l’emissione della carta ammonta a 69,90€, e annualmente il mantenimento del conto costa 19,90€. In compenso tutti i servizi sono gratuiti; insomma, l’anonimato si paga ma possiamo ritenerlo un conto sicuro, affidabile e in grado di assicurare la giusta privacy.

Scopri più dettagli sull’offerta ViaBuy!

Conto corrente Monese

Di origine estone il suo fondatore ma ad oggi con sede nel Regno Unito, Monese è attivo in tutta l’Eurozona.

Associata al conto, da aprire online, viene consegnata una carta Mastercard con tre prelievi gratuiti al mese. I bonifici possono essere effettuati in ben 8 valute diverse, compreso il dollaro statunitense, e sono gratuiti, senza limiti, tra clienti Monese.

La banca ha ideato tre profili di utenza, rendendosi così adatta a più esigenze: Starter (gratuito eccetto il costo di emissione della carta corrispondente a 4,95€ una tantum), Plus e Premium. Tutti e tre prevedono due conti correnti con IBAN, uno in euro e uno in sterline, bonifici di cui sopra, servizio clienti disponibile h24 e trasferimenti internazionali a basso costo. Anche alcuni limiti sono in comune: prelevamenti fino a 350€ al giorno, pagamenti con carta fino a 4.000€ ad operazione e per massimo 7.000€ quotidiani. I depositi non possono eccedere i 500€ a transazione. Le differenze tra i profili riguardano essenzialmente il plafond e il numero di prelievi gratuiti; in generale suggeriamo il Premium a chi ha elevata operatività, poiché include qualunque operazione, senza limiti di sorta, a fronte di un canone di 14,95€ al mese.

L’utenza tipo di Monese, pur facendo fronte a diversi bisogni, è costituita da chi sta per trasferirsi in UK, chi viaggia molto per lavoro, studenti e stagisti alle prese con progetti quali Erasmus, tesi all’estero e scambi culturali, nonché per protestati e cattivi pagatori cui le banche tradizionali chiudono spesso la porta: il team di Monese non effettua alcun controllo dai database CRIF.

Conto online B1

Questa volta giochiamo quasi in casa, perché il conto online B1 fa parte dell’offerta, peraltro molto ricca, della Banca di San Marino.

Si attiva ovunque ma, a differenza dei conti N26Viabuy, che possiamo considerare più carte conto che conti correnti veri e propri, qui entrano in gioco gli interessi, ossia la possibilità di risparmiare e guadagnare allo stesso tempo.

Più nel dettaglio, B1 garantisce:

  • 0,25% su somme fino a 50.000€;
  • 0,50% su somme fino a 100.000€;
  • 0,75% su somme fino a 200.000€;
  • 1% su somme superiori ai 200.001€.

Il tutto gratis: non sono previste spese fisse mensili né trimestrali per l’estratto conto e neppure commissioni per i versamenti e per i prelievi presso ATM della BSM. Gli unici costi sono quelli per i bonifici (0,50€) e per i prelevamenti da altri ATM (2€ ad operazione). Segnaliamo che, come nella maggior parte dei prodotti analoghi, non è previsto il rilascio di un carnet di assegni.

Questo conto è indicato soprattutto per chi ha un capitale consistente ed è in cerca di una soluzione per vederlo crescere a rischio praticamente zero.

Conto corrente Bunq

La banca Bunq ha sede in Olanda, e propone diverse soluzioni di conto corrente anche business. A livello personale la proposta più interessante è l’abbonamento Premium, al costo di 7,99€ al mese. Il costo può inoltre essere ridotto se si combina il proprio abbonamento con altri 3 Premium, la cui somma sarà di 19,90€ al mese da dividere in 4. L’apertura è gratuita è online in 5 minuti, e gli unici documenti richiesti sono quelli di identità: come con Viabuy, privacy massima.

Le funzionalità incluse sono praticamente tutte quelle che puoi richiedere ad un conto corrente: categorizzazione delle spese, possibilità di addebiti diretti, opzione di risparmio automatico secondo i tuoi obiettivi, fino a 10 prelievi gratuiti per mese e carte Mastercard e Maestro con cui pagare ovunque nel mondo.

Novità rispetto ai conti di cui abbiamo parlato è la possibilità di utilizzare il conto per investire; in particolare Banq è attenta ad una visione sostenibile ed ecologica della finanza. Ad oggi puoi decidere di effettuare investimenti in prestiti personali, società verdi e altri prestiti bancari. Puoi inoltre optare per sottoconti (fino a 25, ognuno con il proprio IBAN) in diverse valute, tutti remunerati con lo 0,27% di interessi. Insomma una proposta davvero completa ad un prezzo mensile altamente competitivo.