Prestiti veloci: caratteristiche, quali sono i migliori da ottenere

Quando si ha una necessità economica abbastanza urgente si è alla ricerca di prestiti ottenibili in tempi rapidi. Vediamo alcuni dei migliori sul mercato.

In uno scenario economico sempre più figlio dell’accelerazione, dei repentini cambiamenti e della richiesta di risposte immediate agli stimoli, anche l’area dell’erogazione del credito ha dovuto mettersi al passo coi tempi.

Non sempre il bisogno di ulteriore credito da parte del cittadino è da ricondursi alla volontà di realizzare un progetto a lungo termine o di estinguere un mutuo. Può capitare che un imprevisto, come ad esempio una bolletta sorprendentemente alta, colga di sorpresa il risparmiatore, che in tal caso si troverebbe nella scomoda posizione di aver bisogno di denaro in tempi relativamente brevi.

Per tutte queste ragioni, oggi è possibile ottenere un finanziamento in poche ore tramite lo strumento del prestito veloce, grazie al quale è possibile ottenere liquidità generalmente entro uno o due giorni lavorativi.

Nei paragrafi che seguono proveremo a tracciare una panoramica di questa interessante e molto apprezzata forma di prestito, cercando di delinearne pregi e difetti, nonché indicando quali sono i migliori attualmente in circolazione.

Cos’è il prestito veloce: alcune caratteristiche

Come avviene per gli altri tipi di prestito, anche per quelli veloci si assiste ad una eterogenea varietà dell’offerta. Praticamente qualsiasi banca e finanziaria è in grado di proporne uno, ed ognuno di questi presenta delle caratteristiche più o meno vantaggiose rispetto ai concorrenti.

Tuttavia, anche in questo caso è possibile individuare delle caratteristiche comuni a tutti, fattori di concordanza di carattere generale che identificano il prodotto, conferendogli una sua identità.

Partiamo dal nome: questo prestito viene definito veloce perché è tale relativamente ad altri tipi di finanziamento. Nulla di più lontano, ad esempio, dai prestiti erogati dall’INPS: con il prestito veloce si ha accesso al credito generalmente in 24 ore, mai più di 48. In alcuni casi è possibile ottenere il denaro anche in tempi brevissimi: a discrezionalità delle finanziarie e se il richiedente è cliente abituale, l’accredito può avvenire anche in un’ora.

Com’era prevedibile, la velocità con cui si riceve una cifra di denaro è inversamente proporzionale all’ammontare dell’importo, per questo i prestiti veloci vengono generalmente ascritti anche alla categoria dei piccoli prestiti. Se un prestito è veloce difficilmente supererà i 30.000€, e difficilmente potrà essere restituito in un arco di tempo superiore ai 120 mesi.

La possibilità di ottenere un prestito veloce, infine, è strettamente collegata all’avanzamento tecnologico. Oggigiorno infatti banche e finanziarie possono scandagliare in tempo reale lo storico creditizio del richiedente (il cosiddetto credit score), potendo stabilire immediatamente se chi fa richiesta rispetti i requisiti di accessibilità al credito. L’indagine è facilitata dall’esistenza di due banche dati virtuali alle quali gli istituti di credito hanno possibilità di accesso. Si tratta nella fattispecie del database della CRIF (Centrale Rischi Finanziari) al quale vengono iscritti a tempo determinato i cattivi pagatori, e del Registro Informatico dei Protesti, in cui finisce chiunque non abbia onorato un debito.

Se si è in dubbio sul proprio storico, prima di richiedere il prestito si può ottenere CRIF un documento certificante la propria posizione, scaricando l’apposito modulo dal sito web della società. Dopo averlo stampato e compilato, questo va reinviato alla CRIF congiuntamente ad una copia dei propri documenti personali. Se tutta la modulistica è compilata correttamente, si dovrebbe ricevere una risposta entro 15 giorni. Il costo dell’operazione può essere di 4 o 10 euro, a seconda del tipo di informazioni per cui si fa richiesta.

Tipi di prestito veloce

Il prestito veloce è generalmente anche personale e non finalizzato. Ciò significa che il debitore non dovrà indicare, al momento della sottoscrizione del contratto, le ragioni o le finalità per le quali intende spendere il denaro, ma può disporne come meglio preferisce. Esistono tuttavia forme di prestito veloce non finalizzato, ma se in questo caso si paga lo scotto di dover indicare il progetto per il quale si fa richiesta di finanziamento, il rovescio positivo della medaglia sta nell’abbassamento dei tassi di interesse, sicuramente inferiori rispetto a quelli del prestito personale e in alcuni casi addirittura pari a zero.

In casi del tutto estremi, e invero molto rari, si può ottenere anche un prestito veloce di tipo cambializzato. In questa circostanza, il piano di ammortamento non prevede un prelievo automatico da conto corrente o la compilazione di bollettini, bensì il pagamento di cambiali a cadenza mensile che andranno estinte direttamente presso la filiale dell’istituto erogante. Caratteristica distintiva del prestito cambializzato è quella del pignoramento di beni mobili e immobili del soggetto debitore nel caso in cui questo risulti inadempiente.

Nel prossimo paragrafo vedremo che i prestiti veloci sono più facilmente ottenibili se ci si rivolge ad un istituto di credito online: quello cambializzato è l’eccezione a questa regola, e viene concesso solo da istituti di credito operanti sul territorio.

Prestiti veloci e internet: un matrimonio riuscito

La particolare natura di questo prodotto finanziario ha fatto sì che, assieme al piccolo prestito, diventasse uno dei preferiti dalle finanziarie online. Una semplice ricerca su internet con le chiavi “piccolo prestito veloce online” dovrebbe essere sufficiente a dare un’idea della mole di risultati fra cui selezionare quello più adatto alle proprie esigenze.

Veloci sono, in questo caso, anche le tempistiche “burocratiche”: la richiesta avviene direttamente online sul sito web della finanziaria, dal quale sarà possibile scaricare il modulo di adesione. Una volta compilato in tutte le sue parti e firmato, questo andrà spedito via e-mail o PEC all’indirizzo specificato sul portale con allegati i documenti di riconoscimento. La risposta, negativa o positiva che sia, dovrebbe arrivare entro 24 ore.

Caratteristiche dei prestiti veloci online

Anche l’insieme dei prestiti veloci online presenta una tale varietà di offerta che sarebbe impossibile – o quantomeno riduttivo – cercare di stilarne una lista esaustiva nelle poche righe che abbiamo a disposizione.

Ma al netto di promozioni momentanee o di poche eccezioni, anche questa categoria di finanziamenti si staglia per alcune caratteristiche generali e comuni ai più. Con buona probabilità, un prestito veloce online sarà a zero spese. Saranno quindi gratuite le spese di istruttoria e le comunicazioni periodiche, e non sarà prevista l’imposta di bollo.

La risposta del portale è pressoché immediata, ma bisogna tenere presente che se si è alla ricerca di un finanziamento sostanzioso forse si dovrebbe indirizzare il proprio sguardo altrove.

Reddito dimostrabile nella forma di busta paga e residenza all’interno dei confini nazionali sono requisiti preferenziali e spesso obbligatori, mentre per quel che concerne i tassi d’interesse è difficile fare una stima. Questi sono di norma più bassi rispetto a quelli applicati da banche e finanziare aventi sedi fisiche, ma possono variare a seconda del tipo di offerta, promozione o situazione macroeconomica.

Non esistono limiti di età prestabiliti e uguali per tutti, sebbene è utile ricordare che l’età minima per richiedere il prestito è di diciotto anni e quella massima non dovrebbe eccedere il settantacinquesimo anno di età.

Attenzione alle truffe

Quando si acquista un prodotto su internet, la sicurezza non è mai troppa e bisogna prestare sempre particolare attenzione a chi si stanno confidando i propri dati personali. Non fanno eccezione, anzi in questo caso il consiglio è ancora più valido, i siti di finanziarie. L’aspetto più preoccupante del richiedere un prestito online è proprio quello di non sapere chi si cela dall’altra parte dello schermo, e la truffa potrebbe essere proprio dietro l’angolo.

Se il nome della finanziaria che abbiamo scelto ci suona nuovo, diventa quindi importante non farsi ingannare da slogan accattivanti o troppo belli per essere veri, nonché fare delle ricerche incrociate volte a certificare l’attendibilità del portale. Importantissima deve essere la presenza della fase istruttoria al netto della stipula del contratto: se questa è assente, il sito perde di affidabilità.

Chi può richiederlo

Il fatto che si tratti di un prodotto facile da ottenere, non significa che un prestito veloce venga concesso a chiunque. Se l’istituto di credito a cui ci si rivolge è serio, richiederà al contraente tutte le garanzie necessarie ad erogare anche altri tipi di finanziamento.

Ne consegue che chi ha una busta paga avrà sicuramente più possibilità di ottenere il credito, e all’interno della categoria dei lavoratori dipendenti quelli statali o con contratto a tempo indeterminato saranno sicuramente in una posizione più vantaggiosa rispetto a quella di chi lavora nel settore privato e/o con un contratto a tempo determinato.

A chi è registrato nel database della CRIF come cattivo pagatore non è preclusa la possibilità di ottenere il finanziamento, a patto che presenti come ulteriore garanzia a quella della busta paga la firma di un garante. In questo caso il prestito veloce è anche di tipo fideiussorio, poiché la banca potrà far valere le proprie ragioni sul patrimonio del garante qualora il soggetto principale risulti inadempiente. Affinché la firma del garante venga accettata come garanzia, il suo storico creditizio deve essere positivo, che significa che questi non deve risultare come cattivo pagatore o, peggio ancora, protestato.

I migliori prestiti veloci del momento

In conclusione, elenchiamo una serie di prestiti veloci attualmente proposti dalle maggiori banche e finanziarie italiane, sia fisiche che online.

I migliori prestiti veloci dalle banche: Unicredit, Intesa San Paolo e Santander

Partiamo da Unicredit, una delle più attente ai cambiamenti economici e al sapersi rinnovare in base alle esigenze dei propri clienti. Possedendo da almeno sei mesi un conto corrente Unicredit o una carta di credito come la Genius, è infatti possibile ottenere un prestito variabile dei 1.000 ai 5.000€ azzerando completamente i tempi di attesa. Si tratta del Credit Express Easy, richiedibile esclusivamente online ed esclusivamente tramite l’App Mobile Banking. La valutazione della richiesta, e quindi la risposta, avviene in tempo reale, il TAN è fisso al 6,90% ed il TAEG verrà calcolato in base all’importo richiesto e al piano di ammortamento, che non potrà essere inferiore ai 12 mesi o superiore ai 36.

Rimanendo in tema di banche, Intesa San Paolo offre la soluzione Prestito PerTe: massimo 75.000€ rimborsabili fino a 10 anni, erogati in 24 ore. Nella nostra simulazione, abbiamo inserito come cifra 5.000€ da restituire in 24 mesi, ottenendo un TAN fisso all’8%, TAEG del 9,81% e valore della rata mensile pari a 226,14€.

Anche Banca Santander garantisce l’accesso al credito veloce se l’iter di richiesta viene effettuato online. Restituiremo i nostri 5.000€ in 60 mesi pagando una rata mensile 97,83€. Il TAN sarà del 6,49%, mentre il TAEG del 6,86%.

I migliori prestiti veloci dalle finanziarie: Agos, Younited e Cofidis

In quanto a finanziarie, Agos promette di erogare un prestito veloce fino a 30.000€ entro 48 ore. Anche in questo caso abbiamo ipotizzato di richiedere 5.000€ da restituire in 84 rate, per le quali avremo un TAN del 4,93% e un TAEG del 6,41. L’ammontare della rata sarà pari a 71,20€ e alla fine del settimo anno avremo restituito un totale di 5.980,8€. Scegliendo un rimborso a 12 mesi, il TAEG aumenta, ma con una rata di 432,10€ dovremo restituire “solo” 5.185,2€.

Passiamo ora alle finanziarie che operano esclusivamente online, e per ognuna di queste simuleremo, come sopra, di voler ottenere un finanziamento di 5.000€.

Younited si occupa dal 2011 di mettere a disposizione degli internauti una piattaforma online sulla quale è possibile far incontrare offerta e domanda dei prestiti fra privati. Nessun intermediario finanziario quindi, bensì un fondo comune dal quale “attingere” liquidità pagando i dovuti interessi. Se la documentazione sarà in regola e presenta tutte le garanzie, i 5.000€ richiesti ci verranno accreditati entro 48 ore. Se decidiamo di restituirli in 48 mesi il TAEG sarà del 7,25%, ma il TAN, fisso, solo del 4,20%. L’importo della rata mensile sarà pari a 148,1€.

La seconda opzione che proponiamo è quella di Cofidis. Anche per l’ottenimento del prestito personale da parte di questa finanziaria online sarà sufficiente attendere solo 48 ore. Caratteristica molto interessante è quella della flessibilità, visto che possiamo saltare fino a tre rate senza incorrere in sanzioni o penali. Richiedendo 5.000€ da restituire in due anni il TAN sarà pari al 9,98%, il TAEG al 10,85% e la rata di 230,70€. Ulteriore aspetto conveniente di questo finanziamento, che si affianca a quello della flessibilità, è quello delle spese pari a zero sia per quanto riguarda l’apertura della pratica che l’incasso della rata.

Per dovere di trasparenza, dobbiamo specificare che l’elenco sopra citato non è certo completo, ma può essere considerato come un buon punto di partenza dal quale incamminarsi alla ricerca del prestito veloce più adatto alle tue esigenze.