Recensione di DeGiro: il broker completo e sicuro con le più basse commissioni. Opinioni 2019

Trovare un broker senza commissioni non è cosa facile, ma possiamo affermare che, DeGiro è un su larga scala con bassissime commissioni, completo, sicuro ed affidabile. Vediamo tutte le caratteristiche.

Degiro è una piattaforma broker nata in Olanda nel 2012, e attualmente disponibile in 18 Paesi tra cui anche l’Italia. Opera sotto la supervisione dell’Autorità Olandese per i Mercati Finanziari (AFM) e la prudenziale supervisione della Banca Centrale Olandese (DNB).

Punto di forza di DeGiro sono le commissioni davvero competitive, che lo rendono uno dei broker online preferiti dagli investitori. Altro vantaggio è quello di vantare una copertura di mercato molto ampia, tra criptovalute, obbligazioni, futures e altro ancora, ad eccezione del Forex. Insomma, un’alternativa a basso costo all’attuale vetrina di piattaforme di intermediazione.

Un sito semplice ed intuitivo, perfetto per chi non vuole dissolvere i guadagni in tasse e commissioni, ma vediamo subito nel dettaglio cosa ci offre DeGiro.

Apertura del conto DeGiro

Aprire un conto su DeGiro è semplice e veloce: bastano 10 minuti e un bonifico di attivazione di solo 0,01€. In realtà in Italia l’attivazione del conto potrebbe richiedere qualche giorno, ma quasi mai si superano i 4.

La piattaforma si serve dell’identificazione bancaria per confermare l’identità, e ciò significa che requisito imprescindibile è il possesso, per l’appunto, di un conto bancario.

In generale, sono accettati i conti aperti in qualunque Paese della zona euro tranne che in Bulgaria, Croazia, Cipro, Estonia, Lettonia, Lituania, Malta e Romania; accettati anche conti afferenti a Svizzera e Norvegia.

La situazione per i residenti in UK è invece un po’ più complessa. DeGiro accetta infatti registrazioni solo da coloro che possiedono un conto in sterline nella parte continentale delle Terre d’Albione. Viene posto un veto, dunque, sia per le terre d’oltremare che per le dipendenze Jersey, Guernsey, Gibilterra o Isola di Man.

Più che la residenza in uno dei Paesi su menzionati, quello che conta è dove si trova il conto in banca, per semplificare.

I profili

Su DeGiro puoi scegliere account Standard e Custody.

Custody

Le commissioni per il trading sono le stesse per entrambi i profili, ma con Custody i titoli sono, come suggerisce il nome, custoditi separatamente e non possono essere quindi prestati a terze parti. Si hanno inoltre delle limitazioni, come il non potere fare trading sui derivati e non potere aprire posizioni short, e le commissioni per i dati in tempo reale di alcuni mercati finanziari sono più alti.

Standard

Il profilo Standard è invece il più completo, che garantisce quei servizi aggiuntivi più rischiosi come, oltre ai su citati, il Trading Turbos, Speeders e Sprinters e la disponibilità ad operare in marginazione.

Il portfolio di prodotti

Come abbiamo detto, l’offerta di asset è completa ad eccezione del Forex, che in effetti è l’unica classe di attività mancante.

Equities

Anzitutto le Equities; DeGiro ti consente di fare trading su 32 mercati finanziari internazionali, e non solo i più noti come Nasdaq, la Borsa di Tokyo o di Londra, ma anche piazze europee più piccole come Amsterdam, Budapest, Lisbona e Praga. Un’ottima opportunità per diversificare i propri investimenti in un’ottica, come oggi si dice, glocal (global-local insieme).

ETF

Per quanto concerne gli ETF, puoi negoziarne oltre 6.000 su 20 mercati. La maggior parte sono situati in Europa, che come si intuisce da quanto detto sino ad ora è il cuore pulsante di DeGiro, e accessibili solo dal Vecchio Continente.

Fondi

Fiore all’occhiello della piattaforma sono i Fondi: ad oggi hai a disposizione 581 fondi su quali poter investire i tuoi risparmi. Per intenderci, la concorrenza di altri broker online non arriva a proporne oltre i 200, e anzi molti siti analoghi non contemplano neppure questa attività.

Bond

Meno folta invece la schiera dei bond. Troviamo 946 obbligazioni corporate e 56 titoli di Stato, numeri molto inferiori rispetto ad altre offerte.

Tuttavia va sottolineato che il trading è un’attività speculativa, nel senso puro e affatto spregiativo di puntata volta ad ottenere un profitto, mentre solitamente chi affida i propri capitali alle obbligazioni è maggiormente proiettato verso un’ottica protettiva del risparmio.

Essendo DeGiro una piattaforma sostanzialmente di trading (e, vedremo dopo, più adatta a traders esperti), si capisce bene come non punti primariamente a questo tipo di asset.

13 piazze

Una posizione mediana, invece, per quanto riguarda la copertura dei mercati in merito a opzioni e derivati; puoi effettuare investimenti su 13 piazze, anche in questo caso quasi tutte europee.

Futures

Proposta relativamente ristretta sui Futures, negoziabili su “solo” 12 mercati rispetto al triplo offerto da altre piattaforme concorrenti. Val la pena però sottolineare che la vetrina contempla i listini tra i più interessanti a livello mondiale.

CFD

Hai inoltre la possibilità di operare su 17 mercati per oltre 898 CFD, i Contratti Per Differenza che ricordiamo essere strumenti derivati che replicano l’andamento dell’asset sottostante.

Criptovalute

Scelta più ristretta ma ridotta all’essenziale per le Criptovalute: DeGiro contempla Bitcoin ed Ethereum, che possono essere negoziate attraverso gli ETN (strumenti derivati che replicano un indice) sulla Borsa svedese.

Certificates

Infine, troviamo ben 3.521 Certificates, con i quali possiamo operare su Euronext Amsterdam e Euronext Paris.

Costi e commissioni

Alfredo de Cristofaro, portavoce di DeGiro in Italia, ha dichiarato:

“Nella nostra logica abbiamo anche deciso di rimuovere tutti quei servizi che renderebbero lo svolgimento del nostro business più costoso, in modo da mantenere bassi i costi dei nostri servizi erogati agli utenti finali, ossia gli investitori”.

In base all’asset e al singolo prodotto, DeGiro promette (e mantiene!) un risparmio sulle commissioni che va dal 48% all’84%: un simpatico palindromo che ci dà la misura di quanto si possa risparmiare, ovvero almeno la metà. Nonostante gli importi siano stati ritoccati in data 15 agosto 2018, i lievissimi rincari non hanno inciso affatto sulla convenienza generale.

Rileviamo anzitutto che DeGiro non contempla costi né per l’apertura né per il mantenimento del conto nel caso in cui si operi su Borsa Italiana. Se invece sei interessato a fare trading anche su altri mercati, ti verranno addebitati 2,50€ euro per ogni piazza nella quale operi.

Se sei un cliente Standard e utilizzi lo scoperto (ossia la marginazione di cui abbiamo parlato prima), i tassi cambiano in base alla valuta di riferimento; ad esempio per euro, sterlina e dollaro statunitense si paga un +1,25%, mentre per valute più “esotiche”, come la corona ceca, si può arrivare al +3%.

Commissioni di stock, ETF e CFD

Ma veniamo alle commissioni di stock, ETF e CFD. Queste spese per la negoziazione sono calcolate come percentuale del volume scambiato, tranne che per USA e Canada, dove si prende come riferimento il numero di scambi.

In generale i prezzi avvantaggiano un’operatività locale: insomma, per chi ha un conto italiano è vantaggioso fare trading sui mercati del Bel Paese, mentre se hai un conto nell’UK (con le eccezioni viste all’inizio) sarà molto più conveniente fare trading su quel mercato pagando lo 0,0058% + £ 1,75 invece dello 0,058% + € 4 che dovremmo corrispondere se operassimo sul Regno Unito dall’Italia.

ETF

Particolarmente vantaggiosi sono gli ETF. Ogni mese hai un trade ETF gratuito che ti permette di scegliere da un elenco di ETF; la gratuità è valida per un numero illimitato di azioni purché nella stessa direzione (o compri sempre o acquisti sempre), oppure se stai mettendo in gioco più di 1.000 €/$. Attenzione però a non aprire posizioni short o si perde il costo zero.

Fondi comuni di investimento

I fondi comuni di investimento prevedono invece una tassa di negoziazione di 7,5€ cui va aggiunto uno 0,10%, e l’imposta annuale dello 0,2%. Il FundShare è invece esentasse.

Obbligazioni

Le obbligazioni tedesche hanno commissioni di € 5 + 0,058%, mentre per Paesi Bassi, Belgio, Portogallo e Francia ammontano a 2€ + 0,068%.

Opzioni

Le opzioni hanno tassi davvero molto bassi, da 0,65€ a 2,15€; particolarmente convenienti quelle USA, a 0,65$/contratto (escluso il cambio).

Anche le commissioni di finanziamento risultano piuttosto convenienti se paragonate alle medie di altri siti broker: 2,7% per valuta dollaro statunitense e 1,3% per l’euro.

Versamenti e prelevamenti

Per ricaricare il tuo conto hai due opzioni: bonifico o sistema Sofort.

Versamento tramite Bonifico

Tramite il bonifico trasferisci i fondi manualmente, ma tieni presente che appariranno sul conto in 2/3 giorni lavorativi (i normali tempi per queste procedure); inoltre il conto bancario che alimenta quello di DeGiro deve essere a te intestato, o comunque devi risultare almeno cointestatario, e deve essere lo stesso che hai inserito in fase di registrazione.

Versamento tramite Sofort

Se hai fretta di iniziare a fare trading, l’opzione più rapida è Sofort; il trasferimento impiega circa 30 minuti, ma informati prima presso il tuo istituto di credito perché non tutte le banche autorizzano operazioni con questo fornitore di servizi.

Prelievo dei fondi

Per quanto riguarda invece il trasferimento da DeGiro al tuo conto bancario, questo è possibile solo a mezzo bonifico; la piattaforma garantisce accrediti entro 3 giorni lavorativi, ma il più delle volte si aspetta un solo giorno.

DeGiro non prende commissioni per nessuna delle tue operazioni, ma in base alle diverse convenzioni bancarie potresti dovere una piccola percentuale a Sofort.

Trading web, mobile e desktop

La piattaforma web è semplice ed intuitiva, e consente di avere sott’occhio tutti gli elementi fondamentali per fare trading: panoramica del portafoglio, ultime transazioni, informazioni e grafici sui mercati e una sezione dedicata a news finanziarie che potrebbero essere utili per le tue strategie di investimento.

Il pannello, tuttavia, ha una limitatissima possibilità di personalizzazione; questa considerazione vale anche per l’app mobile, disponibile per Android e iOS, che presenta inoltre il limite di non potere cercare un prodotto per asset class, e di contro non si può risalire all’asset class di uno strumento specifico.

Non esiste ancora una piattaforma di trading desktop, ma visto il numero crescente di utenti è molto probabile che in non molto tempo DeGiro riesca a progettarne una.

DeGiro, il broker senza troppe commissioni: le opinioni 2019

Come detto all’inizio, DeGiro è perfetta se stai cercando una piattaforma per fare trading che abbia un’ampia offerta e una grafica lineare che ti consenta di non perderti tra i meandri di mille e mille pagine e sottopagine che purtroppo ci sono in altri siti broker.

Si tratta inoltre di un servizio estremamente low-cost, che quanto a prezzi non ha rivali sul mercato, almeno per il momento. Un sito (e un’app) user friendly, ma si badi che potrebbero non essere indicati per traders principianti, che hanno iniziato ad investire da poco o sono addirittura alla loro prima esperienza.

L’offerta di grafici e strumenti per l’analisi tecnica è infatti piuttosto limitata; sono certamente presenti dei grafici, ma potrebbero non essere sufficienti per investitori interessati a un’operatività sul lungo periodo, e neppure per i neofiti che avrebbero bisogno di qualche ulteriore approfondimento. Per i primi l’ostacolo è presto aggirato, in realtà: esistono moltissimi siti internet che mettono a disposizione informazioni di questo tipo in maniera del tutto gratuita.

Si possono dunque consultare queste piattaforme ma tornare poi su DeGiro per approfittare delle basse commissioni che di certo non troverai presso altri broker.

Nota molto interessante riguarda la fiscalità.

DeGiro modella i suoi servizi a seconda delle necessità di ogni Paese, e per l’Italia ha ben rilevato come gli oneri tributari e la relativa burocrazia potessero essere una questione spinosa per gli investitori.

Da una comunicazione ufficiale leggiamo che a questo proposito la società “ha affidato ad un affermato studio di commercialisti italiani l’incarico di preparare annualmente per ogni cliente un rendiconto fiscale, contenente un fac-simile della modulistica fiscale già compilata (Modello redditi ex Modello UNICO). In questo modo il cliente non dovrà fare altro che inoltrare tale documentazione al proprio commercialista o CAF di riferimento per la presentazione della propria dichiarazione dei redditi e per pagare le imposte dovute.

Tra i vantaggi derivanti da questo regime rispetto a quello amministrato, si pensi alla possibilità di rimandare all’anno successivo il pagamento delle imposte generate, oltre che ad una generale migliore ottimizzazione fiscale con conseguente minore carico fiscale.

I costi di tale servizio da parte dello studio di commercialisti sono a carico esclusivo di DEGIRO”.

Una piattaforma broker online senza troppi fronzoli né tools sofisticati, solo l’essenziale per andare dritti al punto, cioè fare trading su molti asset in maniera efficace.

Sicurezza

Si badi inoltre che per tutelare i capitali degli investitori la liquidità è detenuta in fondi monetari separati da DeGiro. Tali fondi sono gestiti da FundShare, e se quindi DeGiro dovesse fallire, i soldi dei traders sono al sicuro.

E sempre a proposito di sicurezza, ricordiamo che DeGiro è autorizzata dall’AFM, e aderisce dunque al Fondo Olandese di Compensazione dell’Investitore, che viene risarcito in caso di default fino a 20.000€.