Carte UniCredit: Credito Revolving, Prepagate con IBAN o Tradizionali. Opinioni 2019

Carte bancomat, prepagate con IBAN e carte di credito; l'offerta di Banca UniCredit è veramente vasta e pensata per ogni esigenza. Vediamo nella pagina le caratteristiche di ogni prodotto per poter scegliere la più indicata alle proprie necessità.

Unicredit è una delle banche con la più ampia offerta di carte sul mercato italiano: ogni prodotto è pensato per adattarsi ad una specifica categoria di clienti, e siamo sicuri che troverai una Unicredit Card su misura per te.

Panoramica generale sulle carte di banca Unicredit

Possiamo suddividere la proposta di Unicredit in 3 categorie: carte prepagate, prepagate con IBAN e carte di credito.

Se ti stai chiedendo quale sia la migliore, sappi che non possiamo rispondere: dipende da ciò che cerchi e dalla tua operatività.

Ad esempio, se sei un giovane lavoratore troverai le prepagate con IBAN un ottimo prodotto che concilia il risparmio di una classica prepagata con la comodità di un IBAN su cui farti accreditare lo stipendio, tipico dei tradizionali conti correnti.

Se sei uno shopping addicted, ecco allora che le carte prepagate tradizionali sono perfette per acquisti sicuri; se viaggi molto e puoi contare su un’entrata fissa mensile ecco allora che la soluzione carta di credito può essere la più efficace per avere quando vuoi la liquidità che ti occorre, garantendo all’istituto il regolare rimborso.

Sottolineiamo però che per usufruire di una Unicredit Prepaid non è necessario essere correntisti, né presso Unicredit stessa né presso altri istituti di credito. Discorso differente per le carte di credito, dal momento che possono farne richiesta soltanto coloro che hanno un conto corrente Unicredit.

Le carte prepagate hanno validità di tre anni, e mese e anno di scadenza sono riportate sul retro.

Il rinnovo è automatico e il costo di riemissione della carta a scadenza è di 5€. Normalmente la nuova carta viene spedita all’indirizzo dichiarato in fase di attivazione il mese precedenze della scadenza; se si desidera estinguere la carta, procedura gratuita, suggeriamo quindi di chiamare il servizio clienti almeno 40 giorni prima,

Vediamo quindi di snocciolare le caratteristiche salienti delle Unicredit Card, alla ricerca dello strumento perfetto per le tue esigenze finanziarie.

Genius Card: la carta prepagata con IBAN

Una tra le più famose e storiche carte prepagate con IBAN a livello nazionale è proprio la Genius Card di Unicredit.

Tramite il servizio di home banking puoi effettuare e ricevere bonifici come da un normale conto corrente, domiciliare le utenze, ricaricare il credito del telefono, pagare le bollette e i MAV, controllare il saldo e la lista dei movimenti ed etichettare le tue spese così da avere sempre sott’occhio l’organizzazione del tuo denaro.

E, naturalmente, anche fare acquisti nei negozi fisici tramite POS (al di sotto dei 25€ di spesa la carta è contactless) e su internet.

Costi e limiti

Il costo di emissione è di 5€ una tantum, cui occorre aggiungere il canone mensile di 1€, che però è azzerato per chi ha meno di 30 anni. Molto spesso Unicredit, alle nuove attivazioni, regala un anno di canone; l’euro mensile si pagherà quindi a partire dal tredicesimo mese.

I prelevamenti presso gli ATM di Unicredit sono gratuiti, mentre presso altri istituti si paga una commissione di 2€; la stessa cifra vale per i prelievi in altri Paesi della zona euro, e per extra UE il costo è di 5€ a cui aggiungere l’1,75% dell’importo.

Veniamo ai limiti. Per quanto concerne il prelievo all’ATM, il tetto è di 750€ giornalieri, anche in un’unica soluzione, mentre allo sportello puoi ritirare tutto quanto disponibile sulla carta. Il plafond è davvero competitivo per una ricaricabile: 50.000€. Se dovesse far gola come “conto di famiglia”, ricordiamo però che non è cointestabile. Non sono presenti invece limiti di spesa da carta.

Per ricaricarla puoi farlo con pochi tap sugli ATM UniCredit in Italia (1€), in filiale (la prima operazione è gratuita, le altre prevedono un pagamento di 3€), con il servizio Banca MultiCanale e il servizio clienti (0,50€) oppure presso i punti vendita SisalPay (2€).

Genius Card WWF

Esiste anche una Genius Card WWF, con le stesse caratteristiche di quella classica ma con la bella differenza che il costo di emissione viene devoluto al WWF per sostenere le campagne di difesa e preservazione degli ecosistemi.

UnicreditCard Click a soli 10 euro

Ultima arrivata in casa Unicredit è la Card Click, la prepagata nominale e ricaricabile che può essere attivata anche da minori che abbiano compiuto 14 anni, proprio perché a differenza delle carte di credito può essere erogata senza che il richiedente abbia un conto corrente aperto presso l’istituto.

Costi e ricariche: come conviene ricaricare?

Il costo di emissione è di 10€, più o meno nella media per analoghi prodotti. Una pecca riguarda piuttosto i costi di ricarica: non esiste infatti un metodo di ricarica che sia totalmente gratuito, e anche presso gli ATM Unicredit la commissione è di 1€.

I costi di ricarica, come spesso accade in prodotti simili anche della concorrenza, premiano la modalità online, che ha un prezzo di soli 0,50€; in filiale l’esborso è di 3€ (ma gratuito per la prima volta).

Puoi ricaricarla anche presso i punti SisalPay, che si trovano in moltissime tabaccherie, e che però richiedono 2€ per l’operazione. In quest’ultimo caso va considerato che il limite ricaricabile giornaliero va da da un minimo di 3 € ad un massimo di 999,99 €. Tetto che potrebbe essere considerato irrilevante, dal momento che la carta è pensata per chi ha un’operatività bassa: ad esempio, un genitore che vuole ricaricare la carta del figlio adolescente per dargli la paghetta settimanale, difficilmente accrediterà quasi 1.000€!

I prelevamenti presso gli sportelli automatici Unicredit sono gratuiti, mentre allo sportello il costo è di 3€. Se prelevi presso ATM di altre banche, la commissione addebitata è di 2€.

Il plafond è di 5.000€, e le ricariche possono essere effettuate 24 ore su 24: l’importo viene istantaneamente accreditato sulla tua Click. Anche con Click il limite di prelievo giornaliero è di 750€ (ma 250€ per singolo prelievo), e in più è presente anche un limite di spesa che corrisponde al plafond.

Come la Genius, anche la Click è abilitata alla tecnologia Contactless di Mastercard: è possibile effettuare pagamenti entro i 25€ semplicemente avvicinando la carta al POS, senza dovere digitare il PIN.

A proposito di PIN, è utile sapere che quello dato dalla banca al momento dell’attivazione può essere cambiato; la prima modifica è gratuita, mentre le successive hanno costo di 1€.

Genius VS Click: quale conviene?

A prima vista potrebbe sembrare ridondante la proposta di due carte prepagate da parte di Unicredit; in realtà però le carte non sono affatto in competizione, poiché sono state ideate e progettate per rispondere ad esigenze differenti.

Rispetto alla Genius, Click è un prodotto più low cost, particolarmente adatto ad una giovane clientela che acquista su internet, viaggia, usa il POS per piccole spese; in questo caso infatti non è presente alcun costo di gestione, proprio per andare incontro a questa fascia di consumatori.

Al contrario, Genius è pensata come carta-conto per lavoratori o comunque persone maggiorenni che necessitano di più funzioni e servizi; Genius infatti offre tutti i servizi di base di un conto corrente, ha il codice IBAN, e se non hai bisogno di blocchetto degli assegni o carte di credito, sicuramente è una soluzione completa per far fronte alle spese quotidiane.

Ulteriore differenza riguarda la richiesta: Genius può essere richiesta anche attraverso il sito internet della banca, e la riceverai direttamente a casa pronta per essere attivata o tramite il servizio clienti o tramite la procedura guidata della piattaforma web.

Click può essere richiesta solo in filiale, essendo un prodotto destinato anche a minorenni; in questo modo l’istituto si assicura il consenso di almeno uno dei due genitori (o di chi ha la tutela del minore). Successivamente il ragazzo potrà usare la carta in autonomia.

Con entrambe è possibile attivare i servizi di pagamento ApplePay e SamsungPay.

Con Genius è possibile pagare anche tramite Paypal

Unicredit Card: sono sicure?

Non spendiamo parole sulla solidità di Unicredit, istituto su cui si può riporre la massima fiducia, ma è utile dire qualcosa sulla sicurezza dei pagamenti.

Se devi confermare un bonifico, prenotare i biglietti del cinema, fare shopping in un e-store, dopo l’inserimento dei tuoi dati personali e di quelli della carta, v’è un ulteriore livello di sicurezza: una password numerica univoca, potremmo dire usa e getta. Questa password può essere generata o come mobile token dall’app di Unicredit (app davvero comoda e funzionale, se sei cliente o vuoi diventarlo è uno strumento che consigliamo vivamente) o dall’Unicredit Pass, un piccolo device con uno schermo ed un pulsante che, se premuto, darà la il codice per confermare gli acquisti.

L’Unicredit Pass ha un costo di 5€, mentre l’app è totalmente gratuita; tuttavia, date le batterie degli smartphone che tanto ci fanno rimpiangere il vecchio e caro Nokia 3310, sarebbe opportuno integrare i due metodi.

Tutto ciò è affiancato al sistema Mastercard SecureCode e al servizio SMS Alert: ad ogni transazione riceverai un sms e, se l’hai scaricata, anche una notifica dall’app.

Carte di credito

Le carte di credito sono probabilmente la punta di diamante dell’istituto: ben sei proposte per ogni necessità e disponibilità economica dei correntisti Unicredit.

UnicreditCard Flexia Classic

La Unicredit Card Flexia Classic prevede un rimborso opzionale (purtroppo non nel senso che si possa scegliere se rimborsare o meno!); mensilmente, cioè, è possibile scegliere la modalità di restituzione del credito tramite il numero verde, le filiali, l’home banking e gli ATM.

Puoi decidere di rimborsare a saldo, che è la soluzione più tradizionale: tutte le spese affrontate in un mese verranno addebitate il 5 del mese successivo, o se fai esplicita richiesta anche il 27.

D’altro lato puoi anche rateizzare il totale dell’importo se questo è tra i 250€ e i 5.000€, con piani di ammortamento di 3,6,10,12,15 o 20 rate.

Interessante è la proposta di rimborso revolving: ogni mese pagherai una rata di minimo 50€ a cui è aggiunto un TAN fisso del 13,90%. Ad ogni rientro, la quota capitale si ripristina nel plafond della carta, e ritorna così disponibile per nuovi acquisti.

Ma qual è il tetto di Flexia? Dipende dalla valutazione che la banca fa delle tue garanzie economiche (stipendio, pensione, saldo del conto corrente, proprietà, storico creditizio…); in linea generale i massimali assegnati vanno dai 1.000 ai 5.000€ mensili. Il costo di emissione è di 10€, e la quota annuale di 38€, estremamente competitiva rispetto a prodotti concorrenti.

UnicreditCard Flexia Gold

Se però la tua operatività è più alta e hai bisogno di un plafond superiore, ecco che subentra UnicreditCard Flexia Gold, con massimali dai 3.000€ ai 15.000€ al mese. Il costo di emissione è anche in questo caso di 10€, ma la quota annuale per il mantenimento sale a 73€.

Le modalità di rimborso sono le medesime della Classic.

UnicreditCard Flexia Miles&More

Se sei un viaggiatore, UnicreditCard Flexia Miles&More è la carta perfetta per accompagnarti in giro per il mondo.

Ma passiamo subito ai numeri:

  • plafond dai 5.000€ ai 30.000€,
  • coperture assicurative a 360°, da eventuali spese sanitarie sino ai bagagli,
  • servizi e informazioni sulla località in cui sei diretto 24 ore su 24,
  • 2.000 miglia omaggio all’attivazione della carta,
  • 1 miglio premio ogni 2 euro di spese.

Anche con la Miles&More puoi scegliere tra le tre opzioni di rimborso che abbiamo descritto per la Classic, ma ricorda che se vuoi cambiare modalità devi farne richiesta entro l’ultimo giorno lavorativo del mese.

Sconti in viaggio

Questa carta nasce in collaborazione con Lufthansa, che offre ai clienti che aderiscono alla Miles&More vantaggi esclusivi quali l’accesso gratuito alla Lufthansa Business Lounge, il 10% di sconto sul noleggio auto una volta giunto a destinazione, il 10% su hotel e strutture ricettive, e il 15% sullo shop a bordo dell’aero.